Femminicidi emergenza nazionale in Francia

0
552
Femminicidi emergenza nazionale in Francia
Condividi

Pubblichiamo la sintesi dell’analisi di  Le Monde sul progressivo aumento in Francia delle violenze e degli assassini di donne

Femminicidi emergenza nazionale in Francia

Da oltre dieci anni, in Francia vengono commessi in media  140 femminicidi ogni anno. Nel 2019, le donne uccise sono già 74. La tragica contabilità, pubblicata sulla pagina Feminicides , ha contribuito a rendere visibile il fenomeno e il suo aumento. Nei primi sei mesi del 2018, 64 donne erano state uccise dal loro compagno.

Dalla pubblicazione del nostro articolo, la 74 ^ vittima è stata conteggiata il 5 luglio a Perpignano. Questo intervallo di circa dieci omicidi aggiuntivi da un anno all’altro è stato osservato da questo inverno e non si è abbassato. Occorrerà attendere l’autunno e lo studio annuale della delegazione delle vittime del ministero degli Interni per ottenere le cifre ufficiali del 2018.

Eppure, da vent’anni, la società francese si confronta con le campagne di prevenzione sulla violenza di mariti, compagni o ex, con i manifesti affissi nelle sale d’aspetto degli ospedali e delle stazioni di polizia. Giovani con volti coperti di lividi ripetono negli  spot televisivi: “Una donna muore ogni tre giorni sotto i colpi del suo coniuge. “Il Presidente Macron e il Segretario di Stato alle pari opportunità Marlene Schiappa

Suggerire che questa media 140 femminicidi ogni anno per dieci anni è la soglia residua di violenza per una società pacifica, è omicidi spettacolari confinati ai vari fatti e curiosità della stampa quotidiana regionale .

Oggi iniziamo a sapere: la rottura è il fattore scatenante dell’omicidio domestico . Dall’emergere del movimento #metoo e dell’hashtag #balancetonporc alla fine del 2017, il fatto che le donne muoiano per voler lasciare i propri compagni è diventato un problema sociale, tanto più potente quanto peggiore quest’anno.

Ma se aumentano i femminicidi, anche la mobilitazione si intensifica. A Parigi si è svolta una grande manifestazione di protesta. Protesta seguita agli ultimi femmicididi compiuti a Perpignano, dove una donna di 32 anni è stata pugnalata a morte dal marito davanti a tre dei quattro figli della coppia, e a Seine-Saint-Denis dove una ragazza di 20 anni, incinta di tre mesi è stata uccisa dal marito.

La mobilitazione parigina ha fatto emergere e la necessità di misure concrete per combattere contro i femminicidi.Femminicidi emergenza nazionale in Francia

Tra i manifestanti – donne e uomini – 74 indossavano corone di fiori, il numero di femminicidi registrati dal 1 ° gennaio.

Più di 150 senatori hanno interrogato l’Eliseo e il governo “Le femminicidi non sono inevitabili: Signor Presidente, reagisci”. I  parlamentari chiedono un maggiore uso dei cosiddetti braccialetti elettronici “anti-approssimazione” per prevenire femminicidi, la creazione di rifugi di emergenza e un migliore sostegno per le associazioni che lottano contro la violenza contro le donne.

Giovedì  scorso è toccato a un collettivo femminista sollecitare, in un forum pubblicato su Le Monde,  “cinque misure immediate” per combattere i femminicidi.  Si chiede in particolare di “dare ordini fermi alle stazioni di polizia e alle gendarmeria che nessuna donna vittima di violenze all’interno della coppia rimane senza risposta” e di aumentare il numero di ordini di protezione concessi in Francia (1.300 all’anno attualmente, contro i 20.000 in Spagna).

Femminicidi emergenza nazionale in Francia
Il Presidente Macron e il Segretario di Stato alle pari opportunità Marlene Schiappa

“Il governo lancerà a settembre a Matignon  una grande iniziativa contro la violenza domestica  per fermare il fenomeno dei femminicidi” , ha replicato per esecutivo , in un’intervista al Journal du Dimanche, Marlene Schiappa Segretario di Stato alle Pari Opportunità. “Stiamo lanciando una mobilitazione nazionale con una grande consultazione dei cittadini e una campagna per sfidare l’intera società”,  ha aggiunto il Segretario di Stato , che ha reso nota la partecipazione e l’impegno personale di Brigitte Macron.

Significativamente  in un messaggio su Facebook anche  il presidente Emmanuel Macron ha ammesso sabato sera che la Repubblica ha “omesso di  proteggere” le vittime di omicidi commessi da coniugi o ex compagni. “Una violenza che ci spaventa, ci spaventa” ha esclamato Macron.Il Presidente Macron e il Segretario di Stato alle pari opportunità Marlene Schiappa

 

Facebook Comments
Condividi