Hamilton riscatto in Ungheria Ferrari ok Vettel terzo

0
675
Hamilton riscatto in Ungheria Ferrari ok Vettel terzo
Condividi

 

by Vincenzo Bajardi

L’orgoglio ed il riscatto di Hamilton che ha firmato la sua settima vittoria quest’anno (l’81esima in carriera a meno dieci dal mito Schumacher) con una corsa sempre d’attacco, prendendosi il rischio di fare un pit stop in più per avere la possibilità di girare sempre a ritmo di qualifica.Hamilton riscatto in Ungheria Ferrari ok Vettel terzo

Nell’epilogo del Gran Premio Ungheria ha firmato un capolavoro sul circuito tortuoso dell’Hungaroring, andando a riprendere ed a battere il battistrada Verstappen che nel finale ha risentito del rendimento delle gomme.

“Poter spingere così tanto  – ha commentato nel dopo gara Hamilton  è stato proprio divertente, ho guidato come in qualifica…”. Ha firmato quattro giri veloci uno  dietro l’altro. Per il giovane pilota una grande delusione per aver mancato nelle ultimissime battute la vittoria.Hamilton riscatto in Ungheria Ferrari ok Vettel terzo

Anche Vettel con la Ferrari è stato autore di un finale in crescendo riuscendo a salire sul podio. Una Ferrari che si è però fatta umiliare dai 44″ di distacco dalla Red Bull.

Per Verstappen la consolazione del giro più veloce (1’17″1) che gli vale un punticino in più. E così i vecchi leoni, Hamilton e Vettel, hanno prevalso sui ragazzini.Hamilton riscatto in Ungheria Ferrari ok Vettel terzo

Hamilton dunque strapazzava sul fine gara Verstappen affibigliandoli 17″796. Quindi a 1’01″433 Vettel e a 1’05″250 LeClerc. Attardati di un giro Sainz, Gasly, Raikkonen, Bottas, Norris, Albon, Perez, Hulkenberg, Magnussen e Ricciardo.

Di due giri  Kvyat, Russell, Stroll e Giovinazzi, di 3 Kubica, ritirato Grosjean.

Nella classifica Piloti Hamilton con 250 punti precede Bottas (188), Verstappen (181), Vettel (156), LeClerc (132), Gasly (63), Sainz (58).

In quella Costruttori, Mercedes conduce abbondantemente con 438 su Ferrari (288), Red Bull (244), McLaren (82), Red Bull Honda 43).

Ora un periodo di vacanza per il circo. Si riprenderà l’1 settembre con il Gran Premio del Belgio.

Ottimo scatto di Verstappen che manteneva la posizione mentre il finlandese Bottas, con problemi all’ala destra per un contatto con la Ferrari con LeClerc, è costretto a cedere la propria posizione ad Hamilton a LeClerc ed a Vettel.

Ha cambiato l’alettone ai box ed ha montato nuove gomme bianche retrocededi 17″796 Verstappen, di 1’01″433 Vettel, di 1’05″250ndo in coda mentre Ricciardo, che partiva dal fondo dello

schieramente, recupera. Al 13° giro Verstappen procedeva con 2″ su Hamilton, 11″ su LeClerc, quindi a 15″4 Vettel, quindi Sainz con la McLaren. Al 26° giro sosta box per il battistrada Verstappen.Hamilton riscatto in Ungheria Ferrari ok Vettel terzo

Pessimo tempo sul giro per entrambe le Ferrari, un giro dopo, quasi due secondi peggio di quanto fatto da Hamilton e Verstappen, quindi sosta per LeClerc che rientrava con gomma bianca per arrivare fino al traguardo. S

osta al 32° giro per Hamilton che riprendeva la corsa con 6″ di ritardo su Verstappen quando prima della sosta dell’olandese viaggiava in zona DRS. Al 39° giro si assisteva ad un acceso duello fra Hamilton, con monoposto e gomme più efficienti, e Verstappen.

Sempre terzo LeClerc a 37″5 da Verstappen. L’inglese della Mercedes non ci sta e punta a ristabilire le gerarchie ed il Gran Premio si riaccende.

Sosta anche per Vettel con un problema tecnico alla gomma anteriore destra che non veniva fissata bene con perdita di 3″. Una Ferrari che nella migliore delle ipotesi punterà al terzo posto sul podio essendo a 39″ dalla coppia di testa. A 19 giri dal termine Verstappen chiedeva al suo ingegnere perchè è “saltata la sosta? ” e larisposta è stata “avresti perso il GP”.

Hamilton guadagnava un altro secondo e con le gomme medie e la gara si giocherà nelle ultime tornate. Verstappen e Hamilton hanno doppiato tutti i rivali. Dasegnalare la strategia Mercedes, con la sosta per la gomma gialla per dar fastidio alla Red Bull del battistrada che viaggia con gomme dure da molti giri.Hamilton riscatto in Ungheria Ferrari ok Vettel terzo

Comunque il botta e risposta fra Verstappen e Hamilton, divisi da 10″, piace molto al pubblico (59° giro) mentre nelle retrovie Ricciardo e Magnussen non si risparmiano. Verstappen sta gestendo al meglio la tattica di gara con l’inglese che snocciola giri veloci e che ha messo nel dimenticatoio il suo pessimo GP Germania.

Distacco di Verstappen che è sceso a 3″7 con l’inglese che punta a dare una lezione al giovane pilota che però non sbaglia più. A 5 giri dal termine Hamilton si è portato a tiro di DSR ed è a mezzo secondo dal leader.

Cambio al vertice nell’epilogo con Hamilton che acciuffava il giovane rivale per vincere di rabbia e avvicinandosi al titolo mondiale: col cambio di gomme la Mercedes ha preso dunque il volo.

Ed anche Vettel era interprete di un finale ad effetto aggirando il compagno di squadra LeClerc e  conquistando il podio in terza posizione. Come dire, a ciascuno il suo….

Facebook Comments
Condividi