Home Risvolti Il dolore di Zelensky e la giornata di guerra

Il dolore di Zelensky e la giornata di guerra

0
965
Il dolore di Zelensky e la giornata di guerra
Condividi

L’orrore della guerra e del massacro del popolo ucraino traspare in tutta la sua tragica dimensione negli occhi del Presidente Volodymyr Zelensky mentre parla al Parlamento italiano riunito in seduta congiunta.Il dolore di Zelensky e la giornata di guerra

Un discorso alto e nobile che ha toccato il cuore dei parlamentari e degli italiani. In una cornice di bandiere  giallo-blu dell’Ucraina esposte su alcuni banchi dell’emiciclo di Montecitorio, le standing ovation  hanno scandito i passaggi più significativi del presidente ucraino.

Più di 12 minuti di applausi commossi, in particolare, hanno seguito l’affermazione di Zelensky quando ha chiesto ai parlamentari di immaginare la città di Mariupol distrutta dai bombardamenti, “Ecco – ha esclamato – immaginate Genova completamente bruciata”.

Unanimi i consensi e gli apprezzamenti di tutti i leader politici che hanno sottolineato i toni e contenuti scelti da Zelensky. “Un discorso di grandissima dignità. Pieno di speranza nonostante l’abisso in cui si trova l’Ucraina” ha sottolineato il segretario del Pd Enrico Letta.

“Finalmente parole di pace”, commenta Matteo Salvini . Il presidente Zelensky “ha offerto una testimonianza di grande sofferenza con piena dignità “ afferma il leader M5s Giuseppe Conte.

Per la Presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni  “ E’ l’intervento di un leader europeo, che parla al cuore e ai valori della nostra comune civiltà”.

Mentre Zelensky parla al Parlamento di Roma, la guerra continua a devastare Mariupol e i dintorni di Kiev. A Mariupol i difensori hanno trasformato le rovine dei bombardamenti a tappeto della città in una nuova Stalingrado, con agguati casa per casa e il ricorso ai cecchini. Attorno alla Capitale i reparti dell’esercito ucraino hanno invece costretto i russi ad una parziale ritirata e sono riusciti a rafforzare le difese delle periferia.Il dolore di Zelensky e la giornata di guerra

Secondo la Cnn, che cita fonti del Pentagono Usa, non si riesce a capire se la Russia abbia o meno designato un comandante per guidare e coordinare l’invasione. Per l’emittente satellitare americana, la confusione sarebbe tale che soldati e alti ufficiali russi sono costretti ad usare i telefoni cellulari e altri canali non sicuri, rendendo le comunicazioni facili da intercettare e facilitando, così, gli attacchi mirati da parte delle forze ucraine.

Il dolore di Zelensky e la giornata di guerra
Navalny arrestato al rientro a Mosca dopo il fallito tentativo di avvelenarlo

Ad aumentare la tensione, a Mosca si è aggiunta anche la nuova dura condanna a 9 anni di carcere duro per frode e oltraggio alla Corte del leader dell’opposizione a Putin e premio Sakharov per la libertà di pensiero e i diritti umani, Aleksej Navalnyj.

“Sono inorridita dalla notizia del nuovo processo farsa. Questa é una presa in giro della giustizia. Chiediamo il suo rilascio immediato”, ha dichiarato la Presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola. “Siamo con Navalnyj e con tutti i russi che si oppongono alla corruzione, al dispotismo e alla guerra”, ha aggiunto Metsola in un tweet con l’hashtag #FreeNavalny.

Dure accuse vengono mosse al Presidente Russo  anche dalla Gran Bretagna. “Vladimir Putin e il suo “regime” sono “responsabili dell’invasione illegale” dell’Ucraina in uno scenario nel quale vi sono “indizi forti di crimini di guerra” compiuti dalle forze di Mosca” ha ribadito il vicepremier e ministro della Giustizia britannico, Dominic Raab, sottolineando come il governo di Boris Johnson ritenga che Putin e i vertici russi “debbano essere chiamati a rispondere” dei loro atti. Raab ha poi ripetuto alla Camera dei Comuni che il Regno Unito sta “raccogliendo prove” ed é impegnato a coordinare le azioni con “una coalizione di Paesi” dinanzi alla Corte penale internazionale dell’Aia.Il dolore di Zelensky e la giornata di guerra

Facebook Comments
Condividi