Ipoteca Ferrari sul Mondiale F1 2022

0
1482
Ipoteca Ferrari sul Mondiale F1 2022
Condividi

by ViBaj

“Puntiamo alla vittoria, quest’anno siamo molto più competitivi”. Alla vigilia del Gran Premio del Bahrain, primo appuntamento del Mondiale 2022 di Formula Uno, Charles Leclerc e Carlos Sainz escono alla scoperto.

Ipoteca Ferrari sul Mondiale F1 2022
Clarles Leclerc e Carlos Sainz

Ospiti di Sky Sport, i due piloti delle rosse appaiono sicuri: “siamo carichi e con la voglia di far bene dopo due anni difficili – assicura lo spagnolo – Sentiamo la responsabilità ma faremo di tutto per rendere felici i tifosi”.

Sulla stessa linea Leclerc aggiunge: “c’è ottimismo, a partire da questo weekend”. Del resto il primo a sbilanciarsi é stato lo stesso team principal Mattia Binotto, dicendo che non firmerebbe per un secondo posto. “Neanche io – concorda Leclerc – C’è ottimismo perché so quanto abbiamo lavorato per stare davanti e lottare”.

Ipoteca Ferrari sul Mondiale F1 2022
Mattia Binotto fra Leclerc e Sainz

“La Ferrari deve puntare alle vittorie. Non sappiamo dove siamo, ma l’obiettivo della Ferrari è lottare per vincere”, gli fa eco Sainz. Il monegasco confessa di essersi posto come obiettivo almeno cinque successi, uno di questi magari a Imola, consapevole che “con queste macchine il pilota può fare la differenza soprattutto a inizio stagione se si adatta più velocemente di altri. Poi la situazione dovrebbe livellarsi”.  In Bahrain una settimana fa tutto il circus é sceso in pista per l’ultima tre giorni di test invernali e anche in quell’occasione la Ferrari ha ottenuto risposte positive.

“Contava fare più giri possibile e non abbiamo avuto problemi – prosegue Charles – Ci sono i saltellamenti che non abbiamo risolto ma la cosa è migliorata. Finora tutto bene”. E i rivali? Gasly dice che non ha visto bene la Mercedes, ma a detta di Leclerc: “quando metteranno tutto a posto saranno molto competitivi. Sono bravi a nascondere il loro potenziale”. “Red Bull e Mercedes hanno impressionato con le loro soluzioni diverse, ma di sicuro avranno detto lo stesso vedendo la nostra”, aggiunge Sainz, che non nasconde di temere nel weekend il vento “ma è un problema che riguarda tutti, pensavamo che la sensibilità al vento fosse minore con le nuove monoposto. Non spaventa, ma va fatta attenzione. Siamo stati comunque costanti nei test, senza problemi. Dove siamo? Abbiamo aspettato dei mesi, dobbiamo aspettare un altro giorno. Difficile capire dove siamo, ma domani si saprà di più”.Ipoteca Ferrari sul Mondiale F1 20221

Facebook Comments
Condividi