HomePagineL’adolescenza al tempo del web

L’adolescenza al tempo del web

PAGINE

Rubrica di critica recensioni anticipazioni

I cardini del pensiero Socrate Buddha Confucio Gesù

by Augusto Cavadi

La saggistica, con intenti più o meno esplicitamente pedagogici, riguardante i rischi del web in generale, del dark web in particolare, è ormai fitta di titoli.L’adolescenza al tempo del web

Quanti di questi scritti raggiungono coloro che ne avrebbero più necessità, cioè le generazioni più giovani? E soprattutto, quanti dei pochi giovani che vengono raggiunti, sono disposti a leggerli e a trarne le conseguenze comportamentali? Come per tutte le dipendenze, anche per le dipendenze da internet il cognitivo può giocare un suo ruolo, ma va certamente integrato con l’affettivo, il sentimentale, l’emozionale.

Di una simile sintesi fra informazioni tecniche e sollecitazioni etiche è capace solo la letteratura.

Come nel caso di questo racconto lungo, o forse meglio romanzo breve, di Leonardo Torre, Alice nel paese oscuro. Viaggio in un mondo sommerso (Atile Edizioni, Pontinia 2023, pp. 235, euro 15,00) il cui protagonista – che è anche la voce narrante su un registro autobiografico – è un adolescente che, entrato alla scuola media superiore, si scopre scarsamente propenso ai rapporti sociali: segnatamente con i nuovi compagni di classe e con i nuovi insegnanti.

L’adolescenza al tempo del web
Leonardo Torre e la copertina del suo romanzo

Mostra diffidenza verso tutti e da tutti è, gradualmente ma inesorabilmente, emarginato. Una disgrazia familiare, che spezza il matrimonio dei genitori, non contribuisce certo a dargli serenità ed equilibrio.

Per vincere solitudine e conseguente noia, prova a esplorare il mondo del web sommerso, dove con il nickname di Jabberwock (personaggio mostruoso partorito dalla fantasia di Lewis Carrol) partecipa – prima da spettatore, poi da attore – a quelle pericolose idiozie che sono le “sfide” (challenges) estreme.

Torre descrive con abilità psicologica la discesa agli inferi del protagonista, a cui viene diagnosticata “la sindrome degli hikikomori”: gradino dopo gradino, con la convinzione – sempre più falsa man mano che si procede – di poter tornare indietro quando si voglia.

La recensione non è il luogo adatto per svelare le vicende raccontate né tanto meno la conclusione in cui sfociano (che probabilmente non entusiasmerà l’Ordine degli psicologi): diciamo solo che, come suggerisce già il titolo, le pagine narrano una sorta di viaggio in sette tappe (ognuna più  tremenda della precedente) da parte di una nuova Alice, trasportata da un torbido Cappellaio Matto nel paese gli orrori piuttosto che delle meraviglie.L’adolescenza al tempo del web

Qualche lettore potrà trovare qua e là delle espressioni stilisticamente un po’ ingenue, ma l’autore è giovane (anche se non giovanissimo) ed è all’esordio letterario. Sicuramente non difetta né di passione per la scrittura né di intenti civili, tutte qualità che lo preservano dall’unica pecca davvero  insopportabile: il narcisismo esibizionistico.

Inoltre il libro offre una chiave di lettura illuminante per interpretare gesti apparentemente insensati di cui ci resocontano le cronache (episodi di autolesionismo, suicidi immotivati, brutali aggressioni verso esseri umani e animali inermi…): molti di questi, infatti, una ragione – per quanto irragionevole – ce l’hanno. Servono a dei poveri idioti di mostrare sul web , ad altri poveri idioti, di cosa siano capaci pur di uscire – tentare di uscire – dalla gabbia della banalità più soffocante.L’adolescenza al tempo del web

Facebook Comments
Gianfranco D'Anna
Gianfranco D'Anna
Fondatore e Direttore di zerozeronews.it Editorialista di Italpress. Già Condirettore dei Giornali Radio Rai, Capo Redattore Esteri e inviato di guerra al Tg2, inviato antimafia per Tg1 e Rai Palermo al maxiprocesso a cosa nostra. Ha fatto parte delle redazioni di “Viaggio attorno all’uomo” di Sergio Zavoli ed “Il Fatto” di Enzo Biagi. Vincitore nel 2007 del Premio Saint Vincent di giornalismo per il programma “Pianeta Dimenticato” di Radio1.
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3498 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3498 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
38 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
16 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
16 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
15 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
15 POSTS0 COMMENTS
Antonio Borgia
5 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
3 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS