Obama furioso contro Trump sprona i democratici a trovare un suo degno successore

0
Condividi

Sulle imminenti elezioni di medio termine negli Stati Uniti e il ritorno sulla scena  politica dell’ex Presidente Obama pubblichiamo la sintesi dell’analisi del New York  Times

Obama furioso contro Trump sprona i democratici a trovare un suo degno successore

Obama furioso contro Trump sprona i democratici a trovare un suo degno successore

Obama aiuta i democratici a replicare  a Trump: funzionerà?  L’ex presidente ha rivolto molti  attacchi contro il Presidente in carica, che sta prendendo parte in maniera massiccia alle elezioni di medio termine del 2018. Questi taglienti rimproveri, tuttavia, sono una deviazione dal modo in cui i leader nel passato hanno usato le loro campagne post-presidenziali.

A Miami la voce dell’ex presidente Barack Obama ha un modo di sollevare un tono acuto di stupore quando parla del suo successore, quasi come se non riuscisse ancora a credere che l’Executive Mansion che ha occupato per otto anni sia ora la casa del presidente Trump .

Per la maggior parte degli ultimi due anni ne ha parlato in privato oppure solo occasionalmente. Ma mentre ha colpito la campagna elettorale questo autunno, il signor Obama ha sfogato la sua esasperazione a voce alta e spesso, assalendo il suo successore in modo più acuto e sistematico, probabilmente di quanto qualsiasi ex presidente abbia fatto nei tre quarti di secolo.

Sebbene alcuni ammiratori credano che resti troppo riservato in un’epoca di esplosioni trumpiane, Obama ha duramente attaccato Trump accusandolo di “mentire” “terrorizzare” e ricorrere a una “una trovata politica” inviando truppe verso il confine. Mentre ha aperto l’ultimo fine settimana di campagne elettorali prima delle elezioni di metà mandato di martedì, Obama è riemerso come il volto più importante dei democratici, mettendo il presidente contro un presidente contro il futuro del paese.

In un discorso infuocato a Miami venerdì pomeriggio prima di recarsi in Georgia per un altro tour elettorale, Obama ha detto che anche i conservatori dovrebbero essere disturbati dal disprezzo di Trump per la Costituzione e la decenza di base. “So che ci sono conservatori sinceri che sono compassionevoli e devono pensare che non c’è nulla di compassionevole nello strappare i bambini immigrati dalle braccia delle loro madri al confine”, ha detto.

“Suppongo che riconoscano che un presidente non può decidere da solo chi è cittadino americano e chi no”, ha continuato, riferendosi alla decisione di  Trump di firmare un ordine esecutivo che cancella la cittadinanza per i figli dei clandestini immigrati. “Non è così che funziona la Costituzione degli Stati Uniti. Non è così che funziona la Dichiarazione dei diritti. Non è così che funziona la nostra democrazia “.Obama furioso contro Trump sprona i democratici a trovare un suo degno successore

“Presumo che le persone debbano arrabbiarsi”, ha proseguito Obma, “quando vedono gente che passa tutto il tempo a denigrare gli altri, a mettere in discussione il loro patriottismo, a chiamarli nemici del popolo e improvvisamente a fingere di essere preoccupati della civiltà”.

Trump, che secondo un conteggio del Washington Post ha fatto più di 6.400 dichiarazioni false o fuorvianti dal suo insediamento,  ha replicato ad Obama affermando  che il suo predecessore aveva mentito dicendo agli americani che potevano tenere il loro medico col suo piano di assistenza sanitaria, che alla fine si rivelò non essere adeguato.

“Ventotto volte ha detto che puoi tenere il medico se ti piace il medico”, ha detto a una piccola folla in un hangar dell’aeroporto della West Virginia. Per Trump quelle di Obama “erano tutte bugie. Usate per far approvare e un terribile piano di assistenza sanitaria ”

Ha anche criticato le politiche commerciali di Obama e il trattamento dei media. “Mentire dopo aver mentito”, ha detto Trump. “Promessa non mantenuta dopo promessa non mantenuta. A differenza del presidente Obama, viviamo sotto un mantra diverso. Si chiamano le promesse fatte, le promesse mantenute “.

Da quando ha lasciato la Casa Bianca, Obama è cresciuto nella stima di molti americani, come spesso fanno gli ex Presidenti. Un sondaggio della CNN quest’anno ha rilevato che il 66% aveva una visione favorevole di lui, molto più di coloro che approvano la performance di Trump.

Quando lasciò la Casa Bianca nel gennaio 2017, Obama dichiarò che intendeva seguire la tradizione dei suoi predecessori stando fuori dai riflettori a meno che non percepisse quelle che considerava più ampie minacce ai valori americani. I consiglieri di Obama hanno spiegato che  la sua decisione di abbandonare la moderazione è ampiamente giustificata dai comportamenti di Trump. Obama furioso contro Trump sprona i democratici a trovare un suo degno successore

“A lui importa molto profondamente”, ha detto Valerie Jarrett, sua vecchia amica e consulente di Obama. “Il suo linguaggio è stato molto diretto e ha fatto appello ai cittadini di tutto il nostro paese che ora è il momento di difendere i nostri ideali fondamentali”.

Obama ha rilasciato 350 dichiarazioni particolareggiate sull’amministrazione che i candidati hanno poi sbandierato sui social media e ha contribuito a raccogliere milioni di dollari per i democratici. Secondo il suo team un video registrato ha ottenuto 17 milioni di visualizzazioni ed  ha portato quasi 700.000 spettatori al voto. Inoltre Obama sta registrando decine di messaggi telefonici che verranno inviati questo fine settimana.

Un riflettore sulle persone che rimodellano la nostra politica. Una conversazione con gli elettori in tutto il paese. E una mano guida attraverso il ciclo di notizie senza fine, che dice ciò che hai veramente bisogno di sapere.

“Il presidente Obama vuole lasciare spazio alla prossima generazione di leader democratici per farsi avanti, motivo per cui è rimasto largamente fuori dalla mischia quotidiana negli ultimi due anni”, ha dichiarato Eric Schultz, consulente senior del precedente Presidente. “Ma in questi midterms è in gioco troppo e questo momento è troppo consequenziale per sedersi”.

Per i repubblicani, la decisione di Obama di attaccare direttamente il suo successore è un comportamento  decisamente sopra le righe  proprio come accusa Trump di fare e lo accusano di aspirare ad essere una sorta di “Presidente perpetuo“.

“Sono rimasto sconcertato dalla quantità di spazio nei discorsi del presidente Obama che sono dedicati a un attacco frontale a Donald J. Trump e alla sua amministrazione”, ha detto Karl Rove, lo stratega politico dell’ex presidente George W. Bush. “Trascorre una notevole parte del suo tempo per arrivare lassù e spazzare Trump.”

Ron Kaufman, che era il direttore politico della Casa Bianca per il primo presidente George Bush, ha detto che il linguaggio di Obama é stato straordinariamente duro da un presidente a un altro. “Se tornerai indietro e raccoglierai alcune delle cose piuttosto sgradevoli che il presidente Obama ha detto, penso che saresti un po’ sorpreso”, ha detto. “Se la cava per il suo stile.”

Anche altri ex presidenti hanno criticato i loro successori. Jimmy Carter si oppose all’invasione dell’Iraq da parte di George W. Bush, definendo la sua amministrazione “la peggiore nella storia”. Ma quelli di  Carter sono stati commenti su una singola decisione di politica estera  e non sistematiche accuse nel corso di una  campagna elettorale .

Fino ad ora Bill Clinton è stato un sostenitore regolare dei democratici, non ultima la moglie, ma anche quando ha attaccato le idee repubblicane, si è generalmente astenuto dall’attaccare direttamente i suoi successori. Come negli anni precedenti, il più giovane Mr. Bush quando si è impegnato  per le elezioni del midterm, ha  in gran parte  tenuto la sua campagna post-Casa Bianca impegnandosi a raccogliere fondi e ha evitato con cura di criticare Obama o Trump.

Le critiche Obama a Trump riflettono una profonda antipatia che prova per il suo successore, che ha definito un “truffatore” e un “non sapere nulla” durante la campagna del 2016. Trump è stato il principale promotore della menzogna secondo cui Obama non sarebbe nato negli Stati Uniti, una teoria cospirativa che ha irritato il 44 ° presidente.

Obama non è mai stato efficace nel tradurre la propria popolarità a sostegno di altri democratici. Il partito ha perso tutte e tre le elezioni mentre era Presidente quando il suo nome non era nel ballottaggio , ma ora essersi liberato da ogni tipo di osservanza ed ha del tutto scaricato Trump. “Vuole essere nel gioco ed è davvero pieno di energia farlo”, ha detto Bill Burton, un altro ex assistente che ha raggiunto Obama durante una campagna elettorale in California.Obama furioso contro Trump sprona i democratici a trovare un suo degno successore

A 57 anni Obama è diventato ancora più grigio, ma non è cambiato molto. Per i tour elettorali si toglie ancora giacca e cravatta e preferisce parlare con la camicia bianca con le  maniche arrotolate. All’inizio dell’autunno ha rinunciato alle lezioni di storia ed ha affinato le sue argomentazioni in un atto d’accusa animato, puntato sul dito nei confronti del suo successore.

Pur senza mai nominare  Trump nel discordo di Miami, Obama non ha lasciato dubbi su chi stesse parlando. Ed ha indicato l’ uso spregiudicato el cellulare da parte di  Trump che i consulenti gli avevano detto che veniva monitorato da potenze straniere, contrariamente a quello con la critica repubblicana sull’uso di un server di posta elettronica non sicuro da parte di Hillary Clinton.

“Sai che a loro non interessa, perché se lo facessero, sarebbero preoccupati per l’attuale presidente che parla al cellulare mentre i cinesi stanno ascoltando”, ha detto Obama. “A loro non importava. Lo hanno detto per far arrabbiare e sgambettare la gente “.

“Ora, nel 2018, ti stanno dicendo che la rudimentale minaccia per l’America è un gruppo di poveri rifugiati a migliaia di chilometri di distanza”, ha aggiunto, riferendosi a una carovana migrante in Messico. “Stanno anche portando via le truppe coraggiose dalle loro famiglie per una trovata politica al confine. E gli uomini e le donne dei nostri militari meritano di meglio “.

Fra pochi giorni, scoprirà se gli elettori la pensano  come lui o come Mr. Trump.Obama furioso contro Trump sprona i democratici a trovare un suo degno successore

Condividi