Sfortuna o inaffidabilità ? nuovo flop Ferrari

0
81
Sfortuna o inaffidabilità nuovo flop Ferrari
Condividi

Sfortuna o inaffidabilità nuovo flop Ferrariby Vincenzo Bajardi

Dall’altare alla polvere. Si era profilata una doppietta Ferrari, invece è arrivata quella rocambolesca e fortunatissima della Mercedes.

Un Gran Premio del Bahrain che nella prima parte sembrava essersi colorato di rosso nonostante si corresse sotto, per il fuso orario, con le luci artificiali.

Sfortuna o inaffidabilità nuovo flop FerrariA spegnere il sorriso all’autentico dominatore della gara è stato il motore che è andato in tilt nella parte ibrida del propulsore: così il super battistrada LeClerc a 10 giri dal traguardo ha informato il dell’inatteso inconveniente  del  power unity che non consentiva il recupero di energia e passava alla fotocellula con quasi 40 kmh in meno.

Il display Engine acceso sul volante del leader era purtroppo una maledetta conferma. Sfortuna o inaffidabilità nuovo flop Ferrari

Una Ferrari che deve interrogarsi sui problemi di affidabilità che hanno compromesso un weekend che si era annunciato strepitoso. E nell’epilogo ad approfittarne sono stati i due piloti della Mercedes che non hanno avuto difficoltà a sopravanzare il leader costretto a procedere a passo di…lumaca, leader che aveva accumulato in precedenza un abbondante vantaggio, guidando con estrema abilità e intraprendenza.

Così il successo è arriso a Hamilton in 1h 34’21.295 sul compagno di squadra Bottas, attardato di  2″98, quindi LeClerc a 6″.131 e via via Verstappen, Vettel, Norris, Raikkonene, Gasly, Albon, Perez, Giovinazzi, unico pilota italiano in gara.

Nella classifica mondiale  piloti Bottas guida con 44 punti, quindi Hamilton 43, Verstappen 27, LeClerc 26 (autore del giro più veloce), Vettel 22, Raikkonen 10.

Il miglior complimento, molto sportivamente, nel dopo gara lo rivolgeva a LeClerc, il team manager della Mercedes: “Che peccato, ha fatto una bella gara, si è dimostrato superiore e ha pagato pegno per l’affidabilità”.Sfortuna o inaffidabilità nuovo flop Ferrari

Questo il commento di LeClerc: ” Una elusione grande, ma fa parte del gioco. Avevo dominato e meno male per l’ingresso della safety car così ho salvato almeno il terzo posto poichè non si potevano effettuare i sorpassi”.

Tutto si è trasformato in un calvario. Affidabilità, adesso, la parola d’ordine.

Male Vettel che ha chiuso quinto dopo essere stato platealmente superato dal compagno di squadraSfortuna o inaffidabilità nuovo flop Ferrari

Iniziamo dal via: scatto perfetto di Vettel che aggirava il compagno LeClerc che perdeva la posizione anche su Bottas poi aggirato da Hamilton. Ma l’acuto arrivava a sorpresa con il giovane monegasco che

metteva la freccia per lasciare sul posto il compagno di squadra. Un sorpasso a dir poco spettacolare. Al settimo giro Hamilton ritornava su Vettel che accusava qualche problemino. Evidentemente ha superato i problemi di bilanciamento sulla sua vettura e la sua profezia di dire che la Mercedes sarà più vicino alle Rosse si sta avverando. Ma Vettel non ci sta e, come d’incanto, il suo ritmo riprende vigore e grazie ai primi pit stop di Verstappen, Bottas, LeClerc, Hamilton (che sceglieva la gomma rossa), Vettel filava via al 14° giro trascinandosi Ricciardo con la Red Bull. Quindi in testa ritornava leader LeClerc al 18° che rifilava 4″ secondi ad Hamilton allungando ulteriormente, quindi a 7″ Vettel.

Al 24° giro le due Ferrari dominano la scena. Otto i secondi che separano le due vetture di Maranello dominatrici a trenta giri dal termine.Sfortuna o inaffidabilità nuovo flop Ferrari

Quindi terzo Hamilton, Bottas, Verstappen. Poi inattesa sosta di Vettel al 38° giro a causa di un errore ( si girava in testa coda mentre lottava con Hamilton) per cambiare l’ala anteriore danneggiatasi nel frangente e sostituire le gomme.

Questo al 38° giro mentre si assisteva ad un altro contatto tra le due Renault con Ricciardo un pò troppo aggressivo con Hulkenberg.

Nel frattemo Vettel si sistemava sesto. LeClerc filava dritto con 9″3 su Hamilton e su Bottas. Ottima gara intanto per la Renault di Hulkenberg e l’Alfa Sauber di  Raikkonen, in lotta per la settima posizione.

A parte Vettel nessun’altro pilota vanta quattro  successi in Bahrain ed il suo record è destinato a durare almeno fino al 2020 perchè

l’unico che poteva eguagliarlo è Alonso, affermatosi nel 2005 e nel 2006 con la Renault e nel 2010 con la Ferrari. Le Mercedes invece hanno vinto nel 2014 e nel 2015 con Hamilton e nel 2016 con Rosberg eoggi ancora.

Prossino appuntamento il 14 aprile per il Gran Premio Cina.Sfortuna o inaffidabilità nuovo flop Ferrari

Facebook Comments
Condividi