Trizzino: come eravamo confronto 5 Stelle Sardine

0
442
Trizzino come eravamo confronto 5 Stelle Sardine
Condividi

Come eravamo e perché non lo siamo più? Si chiedono sempre più spesso i 5 Stelle, spiazzati dalle manifestazioni delle Sardine che riempiono le piazze di tutta Italia. Trizzino come eravamo confronto 5 Stelle Sardine

Moltitudini ed entusiasmi che ricordano le piazze straripanti di folla dei vaffa day, promossi da Beppe Grillo.   Nostalgia che coglie sempre meno frequentemente i militanti del Movimento 5Stelle ormai prevalentemente immedesimatisi nell’aplomb istituzionale, ministeriale o amministrativo.

Trizzino come eravamo confronto 5 Stelle Sardine
I vaffa day di Grillo

Le Sardine sono la mutazione genetica dei grillini o rispondono ad inedite esigenze, intercettano tendenze, interpretano sogni e ideali politici più avanzati rispetto a quello che viene ormai considerato il tramonto dell’ epopea dei 5 Stelle?

Una risposta concreta la daranno i risultati delle elezioni regionali che, molto più dei sondaggi, tracceranno gli effettivi diagrammi di  consistenza elettorale e misureranno la febbre che da mesi scuote e dissangua il movimento.

Trizzino come eravamo confronto 5 Stelle Sardine
Giorgio Trizzino

“Quella delle Sardine é un’emersione dal basso, che nella liquidità di questa società fa trapelare una richiesta inattesa che si concretizza nella contestazione della rabbia e dell’odio ideati dalla macchina propagandistica di Salvini,  nel rifiuto del populismo e nella rivendicazione della legittimità della democrazia rappresentativa” spiega Giorgio Trizzino, primario ospedaliero a Palermo, autorevole think tank di 5 Stelle a Montecitorio e accreditato come il parlamentare del Movimento più vicino al Quirinale, se non altro per la militanza studentesca nel Gruppo “Politica giovani” fondato dal compianto  Piersanti Mattarella, il Presidente della Regione siciliana fratello maggiore del Capo dello Stato. Un leader kennediano, erede di Moro, assassinato 40 anni addietro da un coacervo di poteri politico-mafiosi ancora da smascherare.

  • On. Trizzino, le Sardine sono lo specchio di quello che era il movimento 5 stelle e che è andato perso per strada?

“Il fenomeno delle sardine si inserisce all’interno di una fase storica della politica del nostro paese, dove sembrava che nulla potesse più sorprendere rispetto all’avanzare di una destra sovranista e reazionaria che inesorabilmente sta tentando di occupare tutti gli spazi di ascolto e l’attenzione di una società civile troppo spesso distratta e chiusa in se stessa. Il Movimento 5 Stelle ha simboleggiato la volontà di un cambiamento profondo chiesto dagli elettori che hanno chiesto con il loro voto  di marzo 2018 di avere più voce in capitolo nelle scelte di una politica che hanno preteso fosse con la P maiuscola. Lo stesso messaggio che oggi proviene dalle sardine, che altro non è che il modo per ricordare all’opinione pubblica che i cittadini devono contare di più nelle scelte, accomuna l’anima dei due movimenti. Siamo sulla stessa lunghezza onda di quelli che furono i valori che accesero le 5 stelle del Movimento e che oggi si confrontano con il pericolo di un incombente regime culturale – prima che politico – caratterizzato dalla volgarità e dalla mancanza di rispetto  per l’umanità.”

  • Cosa manca ai 5 stelle per recuperare spazi e temi originari, cavalcati dai sardine boys?

Quello che forse oggi manca al M5S è la capacità di reagire ad un torpore generato dalla complessità di governare un paese così diviso da incomprensioni e disparità e dove ogni scelta o strategia va condivisa con altre forze politiche. Bisogna essere capaci di ritrovare la capacità di indignarsi, di sapere ancora distinguere ciò che è giusto da ciò che non lo è, di tornare ad avere pensieri costruttivi. Queste le regole che se rispettate possono portarci lontano nella ricostruzione di un paese dove non contano le poltrone, ma ciò che si costruisce per la società. Ciò che accomuna i due movimenti è lo strumento della protesta che oggi forse si è un po’ affievolito nell’anima del  Movimento 5 Stelle che, in quanto forza di governo, deve assumersi la responsabilità di fornire risposte certe ed efficaci alla domanda di cittadini stanchi di essere presi in giro.Trizzino come eravamo confronto 5 Stelle Sardine

  • Di Maio über alles o primus inter pares?

Oggi non esiste alternativa all’attuale governo composto dal M5S e dai partiti del centro-sinistra ed il Presidente Conte ha la fiducia di tutti i parlamentari del Movimento 5 Stelle. L’attuale difficoltà del Movimento, dovuta anche alla martellante aggressione verbale di Salvini e di taluni organi di informazione, richiede tuttavia molto più che semplici attenzioni. Frank Walsh, un politico australiano del secolo scorso, amava dire che la differenza tra una critica ‘costruttiva’ e una critica ‘malevola’ sta nel fatto che la prima è quella che si fa agli altri, mentre la seconda è quella che dagli altri si riceve. Comprendo molto bene, quindi, quanto odioso possa risultare l’essere oggetto di critiche, da qualsiasi parte provengano ma deve essere chiaro che l’attuale dialettica interna al Movimento 5 Stelle non ha l’intento di distruggere nulla, né di danneggiare alcuno, tantomeno il Capo Politico Luigi Di Maio in particolare.

Trizzino come eravamo confronto 5 Stelle Sardine
Trizzino e Di Maio
Facebook Comments
Condividi