HomeRisvoltiUcraina orizzonti di pace e scenari di guerra

Ucraina orizzonti di pace e scenari di guerra

Pessimismo e ottimismo si alternano nelle valutazioni degli scenari sempre più globali della guerra in Ucraina. L’intelligence americana, scrive il Washington Post, ritiene che Kiev stia sbagliando strategia offensiva.

Le forze ucraine puntano a raggiungere Melitopol rafforzando le posizioni conquistate a Robotyne che dista 50 miglia dalla città considerata la porta di accesso alla Crimea.Ucraina orizzonti di pace e scenari di guerra

All’incrocio fra due autostrade ed una linea ferroviaria che consentono ai russi di spostare truppe e mezzi corazzati dalla penisola ad altri territori occupati nel sud dell’Ucraina, Melitopol è difesa da tre linee fortificate, con  campi minati e trincee.

Secondo l’analisi dell’intelligence americana, Kiev invece di concentrare l’attacco in un’unica direzione avrebbe diviso le forze e non riesce a sfondare.

Pur non riuscendo a conquistare Melitopol, il Generale Mark Milley, il capo di stato maggiore dell’Esercito degli Stati Uniti, evidenzia in una intervista che l’Ucraina sta comunque logorando notevolmente i russi , “che sono – ha detto – “ in condizioni piuttosto difficili. Hanno subito un’enorme quantità di vittime ed il loro morale non è eccezionale.”

Ucraina orizzonti di pace e scenari di guerra
Mark Milley

Pur se circoscritte, le valutazioni del Capo di Stato maggiore americano delineano scenari strategici complessivi. Scenari che spaziano dalla progressiva implosione del rublo, che vale meno di un centesimo di dollaro, al crescente isolamento internazionale di Putin.

Se non è una mossa per proporsi come mediatore, come già fatto con successo con Prigozhin, sembra volersi smarcare da Mosca anche il presidente bielorusso Lukašhėnko che ha sorprendentemente dichiarato “ la guerra in Ucraina si poteva evitare e si può fermare ora” .

Ucraina orizzonti di pace e scenari di guerra
Putin e Lukashenko

Ma la svolta più significativa é la presa di distanza della Cina che ha partecipato alla conferenza di pace promossa dall’Arabia Saudita a Gedda con i paesi non allineati del sud del mondo, dall’India al Brasile, dall’Argentina al Sud Africa. Conferenza conclusasi con la dichiarazione che qualsiasi negoziato di pace non potrà prescindere dall’integrità territoriale ucraina e dal primato del diritto internazionale e della Carta dell’Onu.

Più che sul fronte di guerra, la controffensiva più efficace dell’Ucraina per il momento é quella della solidarietà internazionale e del consenso delle Nazioni Unite che con l’avallo della Cina potrebbe mettere la Russia di Putin con le spalle al muro e costringerlo a ritirare le truppe se non da tutti dalla maggior parte dei territori occupati.

Dopo Gedda,  per la prima volta dall’inizio dell’invasione russa, si intravede una svolta, con Kiev meno rigida e Mosca all’angolo. Accanto alla new entry diplomatica dell’Arabia Saudita, che oltre allo sport sembra avere individuato nella diplomazia di pace un ulteriore canale per cercare di ripulirsi l’immagine internazionale, si mobilita anche il Presidente turco Erdogan che insiste perché Mosca confermi il vertice con Putin ad Istambul a fine agosto.

Ucraina orizzonti di pace e scenari di guerra
Putin e Erdogan

“Continuiamo i nostri sforzi. Erdogan offrirà la sua mediazione, ribadendo la tesi secondo cui in questa guerra non ci saranno né vincitori né vinti” afferma il Governo turco.

A parole insomma tutti invocano e auspicano la pace. Un” mezzo miraggio” insinuano i blogger nazionalisti di Mosca che giocano sul significato del termine Mir, che in russo significa appunto pace.

Mentre da più parti si scommette sull’instabilità di Putin e sui tradizionali venti rivoluzionari d’ottobre, restano decisivi il ruolo di Pechino e la fretta di Washington.

“Putin ci trascinerà alla rovina” pensano e dicono sempre più apertamente i cinesi. Soprattutto dopo il clamoroso fallimento del mercato immobiliare la Cina non può consentirsi ulteriormente di subire le pesanti penalizzazioni economiche determinate dal marasma commerciale globale provocato dalla guerra nel cuore dell’Europa. Un concetto che con varie perifrasi e con abbondanza di inchini sarà illustrato a Pechino al Cardinale Matteo Zuppi che fra settembre e l’autunno, completerà in Cina la missione di pace affidatagli da Papa Francesco.

Ucraina orizzonti di pace e scenari di guerra
Papa Francesco e il Cardinale Matteo Zuppi

Dall’altra parte dell’oceano Pacifico, il  Presidente Biden e gli Stati Uniti non vedono l’ora di chiudere il conflitto ucraino prima delle presidenziali del 2024.

Dietro le quinte, non é escluso che cinesi e americani possano concordare una linea di appeasement non ufficiale sull’imposizione della pace tanto a Putin quanto a Zelensky.

Un’intesa che comprenda “aperture” economiche bilaterali e in qualche misura anche sulla crisi di Taiwan. Una pace certa vale infinitamente di più di una incognita sul futuro che rovina l’economia e scatena ulteriori tensioni internazionali.Ucraina orizzonti di pace e scenari di guerra

 

Facebook Comments
Gianfranco D'Anna
Gianfranco D'Anna
Fondatore e Direttore di zerozeronews.it Editorialista di Italpress. Già Condirettore dei Giornali Radio Rai, Capo Redattore Esteri e inviato di guerra al Tg2, inviato antimafia per Tg1 e Rai Palermo al maxiprocesso a cosa nostra. Ha fatto parte delle redazioni di “Viaggio attorno all’uomo” di Sergio Zavoli ed “Il Fatto” di Enzo Biagi. Vincitore nel 2007 del Premio Saint Vincent di giornalismo per il programma “Pianeta Dimenticato” di Radio1.
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3519 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3519 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
40 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
17 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
16 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
16 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
15 POSTS0 COMMENTS
Antonio Borgia
7 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
3 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS