HomeLapidiAddio a Ettore Mo uno dei più grandi inviati di guerra

Addio a Ettore Mo uno dei più grandi inviati di guerra

Poeta o inviato? Poeti si nasce, inviati si diventa ed Ettore Mo ha vissuto l’umiltà poetica degli esordi, iniziando come lavapiatti, cameriere e steward ed é diventato un grande inviato speciale, uno dei più grandi del giornalismo italiano, accanto a Sergio Zavoli, Enzo Biagi, Giorgio Bocca, Oriana Fallaci, Piero Angela, Leo Longanesi, Giampaolo Pansa, Tiziano Terzani, Gianni Brera e tanti altri.

Addio a Ettore Mo uno dei più grandi inviati di guerra
Ettore Mo

L’incipit é romanzesco: a 31 anni, nel 1962, a Londra, va a trovare Piero Ottone, corrispondente dall’Inghilterra per il Corriere della Sera e futuro Direttore del quotidiano, e si propone  come collaboratore.

Al pur compassato Corriere del secondo dopo guerra piace subito il suo stile diretto, la predilezione per la cronaca vissuta sul campo, la scrittura romantica e suadente. In pochi anni da Londra lo richiamano prima alla redazione romana e poi a Milano in via Solferino, dove nel 1979 riceve il primo incarico da inviato per gli esteri da un Direttore nato e cresciuto come cronista di razza: Franco Di Bella.

Addio a Ettore Mo uno dei più grandi inviati di guerra
Ettore Mo e Shāh Massūd il leader antitalebano assassinato nel 2001 dai fondamentalisti islamici alla vigilia dell’attacco alle torri gemelle di New York

Da allora Ettore Mo diventa un monumento del giornalismo internazionale in grado di competere e dare buchi ai mostri sacri delle news globali come Christiane Amanpour ed alle grandi firme dei quotidiani americani, inglesi e francesi che “facevano tendenza”, ma spesso prendevano spunto da Ettore Mo.

Dall’Afghanistan all’Africa, dal Medio Oriente all’America latina, trascorre una vita in viaggio firmando reportage che trasformano la cronaca in storia.

Immutabile e ricorrente per Ettore Mo il richiamo al dovere dell’inviato: raccontare senza inutili fronzoli, rimanendo un passo indietro al fatto, narrando innanzi tutto le vicende.

Ripeteva che “schiacciare un bottone per ottenere tutte le informazioni… é un’illusione. E’ un illusione quella di poter fare un reportage stando a tavolino, perché non senti l’odore delle cose.”

Autore di numerosi saggi, il giornalismo era per lui più che una passione una ragione di vita, così sintetizzata: “se hai avuto la fortuna di essere testimone dei più grandi avvenimenti non riesci più a farne a meno”.Addio a Ettore Mo uno dei più grandi inviati di guerra

Un grande esempio di vita e di professione, mai autoreferenziale e men che mai narcisista. L’unico errore di valutazione risale a pochi mesi addietro. Sentendo l’approssimarsi della fine aveva ironizzato: “visto il mestiere che faccio, dovrei finire all’inferno, dove troverei certamente storie particolari da raccontare.”

Invece, dopo aver vissuto l’inferno delle tante guerre narrate ad Ettore Mo é sicuramente riservato il paradiso della verità. Addio a Ettore Mo uno dei più grandi inviati di guerra

Facebook Comments
Gianfranco D'Anna
Gianfranco D'Anna
Fondatore e Direttore di zerozeronews.it Editorialista di Italpress. Già Condirettore dei Giornali Radio Rai, Capo Redattore Esteri e inviato di guerra al Tg2, inviato antimafia per Tg1 e Rai Palermo al maxiprocesso a cosa nostra. Ha fatto parte delle redazioni di “Viaggio attorno all’uomo” di Sergio Zavoli ed “Il Fatto” di Enzo Biagi. Vincitore nel 2007 del Premio Saint Vincent di giornalismo per il programma “Pianeta Dimenticato” di Radio1.
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3468 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3468 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
34 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
16 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
15 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
13 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
11 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
3 POSTS0 COMMENTS
Antonio Borgia
2 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS