Addio ai 100 mila Watts dei Rolling Stones

0
916
Addio ai 100 mila Watts dei Rolling Stones
Condividi

by Adriana Piancastelli

Batterista tanto grande quanto discreto e umile Charlie Watts, il vero collante dei Rolling Stones, è deceduto in un ospedale di Londra.

Artista raffinato in un mondo di “picchiatori” – come lo definiva Keith Richards – elegante, riservato, legato alla moglie Shirley Sheperd sposata nel 1964, nonostante le mille groupie e gli eccessi di una band unica per sound, leggende e mito reale di “sex, drugs and rock and roll”.Addio ai 100 mila Watts dei Rolling Stones

Non avrebbe preso parte alle prove del prossimo tour No Filter – sostituito da Steve Jordan – per seguire una convalescenza complicata per un cuore che paradossalmente si ostinava a battere fuori tempo.Addio ai 100 mila Watts dei Rolling Stones

Anima swing, jazz e blues, tocco costante e privo dei muri del suono di John Bonham o degli eccessi di Keith Moon, ma ritmo e percussione da jazzista innamorato anche del blues, secondo tutte le leggende fiorite intorno alla band, riusciva a tener testa agli eccessi e alle intolleranze di Jagger e Richards ed alle follie tossiche di Brian Jones, con grande stile.

Ha dato vita e suono ai Rolling senza interruzioni dal 1963 dopo i tempi del blues di Alexis Corner e la passione per Coltrane.Addio ai 100 mila Watts dei Rolling Stones

Il jazz resta una costante nelle creazioni al di fuori della band, va in tour negli anni ’80 con Jack Bruce  e negli stessi anni incontra l’eroina, senza la furia pubblica di Richards o le fughe di Jagger, poi negli anni ’90 si presenta con il Charlie Watts Quintet con cui incide, tra l’altro, “A Tribute to Charlie Parker With Strings” e ” Warm and Tender” e successivamente ripete l’esperienza fondando il Charlie Watts Tentet.Rolling Stones: riparte il tour ma senza Charlie Watts

Dal 1963 divide con i Rolling Stones trionfi ed esili, mito e tours mondiali, tragedie e valanghe di sterline, sorridente dietro la batteria, con i capelli liscissimi sempre più bianchi.

I Rolling Stones, non saranno più gli stessi, il mondo del rock, non il rock, sta perdendo i suoi eroi.

La verità è che noi, la generazione dei forever young, per quanto ci dispiaccia ammetterlo, non siamo affatto forever young e che, per quanto il rock – anima ed essenza – sia eterno, c’è assai più rock in Paradiso che sul Pianeta Terra.

Ci mancherai davvero Charlie. Addio ai 100 mila Watts dei Rolling Stones  

Facebook Comments
Condividi