HomeSelfieDepressione sempre più diffusa e nascosta

Depressione sempre più diffusa e nascosta

Depressione: male oscuro sempre più diffuso e nascostoDepressione sempre più diffusa e nascostaÈ il tabù del nuovo secolo. Eppure secondo tutte le previsioni medico scientifiche fra 10 anni la depressione sarà la prima malattia più invalidante al mondo con altissimi costi sociali e forte impatto economico.

Ma allo stato rimane paradossalmente una patologia non riconosciuta, non diagnosticata, non trattata, fonte di sofferenza, dolore, disabilità, morte per cause dirette a cominciare dal suicidio, indirette o per aggravamento di altre problematiche mediche come diabete, crisi cardiache, polmonari, reumatiche, complicazioni oncologiche.

Intanto è già una vera epidemia globale, soprattutto nel mondo occidentale e nel sud est asiatico, dove le economie sono più sviluppate e più diffusa è la tecnologia e la visione del futuro. Ad approfondire il tema, in occasione della Giornata mondiale della salute di venerd’ 7 aprile, dedicata appunto alla depressione, é la Società Italiana di Psichiatria che – insieme all’Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna– sostiene siano ormai maturi i tempi per un piano nazionale di lotta alla depressione che evidenzi i bisogni e gli strumenti da utilizzare e indichi il percorso da seguire.Depressione sempre più diffusa e nascostaOggi la depressione è infatti più diffusa fra le donne ed è più accentuata nelle persone con condizioni socio economiche e scolarità più basse. Inoltre sono maggiormente esposti quanti hanno subito abusi, atti di bullismo, violenze, abbandoni, separazioni, divorzi, e patiscono storie familiari che li predispone a patologie croniche come diabete, ipertensione, cardiopatie, malattie endocrine e autoimmuni .Depressione sempre più diffusa e nascostaNonostante la diffusione e l’efficacia delle terapie mediche farmacologiche, delle psicoterapie e delle terapie somatiche, variamente combinate tra di loro, ancora pochi giungono tuttavia alla diagnosi e a terapie appropriate. E molti pazienti non mantengono una adeguata aderenza alle cure esponendosi a ricorrenze e all’aumento del rischio di cronicizzazione

Contestualmente alle cure più indicate, a seconda del livello di gravità, il tema del supporto sociale rimane quindi  trasversale e fondamentale.Depressione sempre più diffusa e nascosta

Facebook Comments
Gianfranco D'Anna
Gianfranco D'Anna
Fondatore e Direttore di zerozeronews.it Editorialista di Italpress. Già Condirettore dei Giornali Radio Rai, Capo Redattore Esteri e inviato di guerra al Tg2, inviato antimafia per Tg1 e Rai Palermo al maxiprocesso a cosa nostra. Ha fatto parte delle redazioni di “Viaggio attorno all’uomo” di Sergio Zavoli ed “Il Fatto” di Enzo Biagi. Vincitore nel 2007 del Premio Saint Vincent di giornalismo per il programma “Pianeta Dimenticato” di Radio1.
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3493 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3493 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
38 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
16 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
16 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
15 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
14 POSTS0 COMMENTS
Antonio Borgia
5 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
3 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS