Le speculazioni sui vaccini sono crimini contro l’umanità

0
987
Le speculazioni sui vaccini sono crimini contro l’umanità
Condividi

 

I vaccini e la babele di interrogativi, spesso immotivati e fuorvianti, che angosciano cittadini e rallentano l’immunizzazione di massa.

“Se la vaccinazione non viene accelerata non sarà possibile creare una barriera alla diffusione del virus e, inoltre, non ne sarà inibita la capacità di mutazione che potrebbe in un prossimo futuro inficiare gli effetti della vaccinazione di massa” avverte lo scienziato biofarmaceutico Italo Giannola,  Professore di Chimica Farmaceutica all’Università di Palermo e titolare di alcuni brevetti  farmaceutici, come quello sui metodi di preparazione e utilizzazione delle particelle nanometriche.Le speculazioni sui vaccini sono crimini contro l’umanità

Cosa scorge dietro il marasma che si è sollevato sul presunto caso Astra Zeneca: più ignoranza o interessi?

Da quanto ci è dato di sapere e per quanto è stato ufficialmente reso noto, non ci sono evidenze scientifiche che possano seriamente giustificare le posizioni assunte dai vari Stati Europei e il marasma che si è creato intorno al caso AstraZeneca.

Le speculazioni sui vaccini sono crimini contro l’umanità
Il Prof. Italo Giannola

Per chi si occupa di scienza e di sanità pubblica riesce difficile pensare che quanto accaduto possa essere giustificato con l’ignoranza. Piuttosto mi viene da pensare a eccesso di prudenza o, peggio, paura di assumere decisioni ferme da parte degli organi competenti. Giustissimo è il principio di precauzione in presenza di eventi avversi correlati ed accertati. Davanti all’irrefrenabile trend dei contagi e alla continua crescita del numero di decessi che si è osservata negli ultimi giorni non è giustificabile la sospensione della campagna di vaccinazioni, sulla base di eventi e presupposti spesso contraddittori, statisticamente poco rilevanti ma soprattutto non accertati e/o confermati. Per la deferenza nei confronti di coloro che a causa di questo terribile male hanno perso la vita e per la comprensione e il rispetto per il dolore provato dalle loro famiglie, mi auguro sinceramente che dietro non ci sia altro.

Interessi occulti? Se ne parla tantissimo, vengono spesso indicati anche i possibili responsabili ma anche queste indicazioni, al pari degli eventi avversi, non sono sufficientemente supportati ed accertati. Gli interessi occulti, che potrebbero sempre esserci per tornaconto economico di qualcuno, dovrebbero comunque farci parlare di veri e propri crimini contro l’umanità.Le speculazioni sui vaccini sono crimini contro l’umanità

A cominciare dal presunto caso Astra Zeneca: quale è la situazione dei vaccini, quali i punti fermi e quali le prospettive della campagna di vaccinazione?

La sospensione della campagna di vaccinazione, causata dal presunto caso AstraZeneca, ha determinato un rallentamento complessivo delle somministrazioni e sarà difficile recuperare il prezioso tempo perduto, anche se dovesse ricominciare in tempi brevissimi.

Ma non solo, il marasma che ne è derivato anziché inoculare vaccini ha inoculato dubbi e sospetti infondati nella mente di molti e ciò avrà certamente una significativa ripercussione sul successo di tutta l’operazione di prevenzione. Sarà anche difficile convincere la gente che si è trattato di una mera montatura, al crescere della quale hanno anche contribuito molti mass media.

Uno dei criteri fondamentali della campagna di vaccinazione era quello di trattare nel più breve tempo possibile il maggior numero di cittadini, con particolare attenzione alle categorie fragili e agli anziani per bloccare la gravità della malattia e le sue nefaste conseguenze.  Tale criterio sembrava opportunamente accettato dall’attuale governo.

A questo punto sarà indispensabile organizzare una pressante ed incisiva campagna di convincimento degli scettici del vaccino. Le speculazioni sui vaccini sono crimini contro l’umanità

In Italia, completata la vaccinazione ci si potrà considerare fuori dalla pandemia oppure bisognerà fare i conti con la situazione dei singoli paesi, a cominciare da quelli dell’est europeo, latino americani, africani, mediorientali e dell’Asia?

E’ evidente che se una adeguata barriera alla diffusione del virus non viene creata a livello mondiale bisognerà sempre fare i conti con i provvedimenti assunti negli altri paesi. A meno che, bloccata la diffusione e la circolazione del virus in tutta Europa, non si crei a livello comunitario uno sbarramento selettivo alla circolazione di uomini e merci come fatto in Cina. Comunque, nutro seri dubbi sul fatto che tali metodi possano essere proposti e realizzati in paesi con le nostre tradizioni democratiche. 

Dopo le prime serie di vaccini, le successive offriranno una copertura anticovid completa o bisognerà temere sempre le mutazioni genetiche del virus?

Le mutazioni del virus sono sempre possibili e pertanto dovremo prevedere che nel futuro potremo andare incontro a continui adeguamenti della copertura vaccinale.Le speculazioni sui vaccini sono crimini contro l’umanità

Facebook Comments
Condividi