Giovani fra sconquassi climatici e degrado esistenziale

608
Giovani fra sconquassi climatici e degrado esistenziale
Condividi

P  A  G  I  N  E

Rubrica di critica recensioni e anticipazioni

Giovani fra sconquassi climatici e degrado esistenziale

Caso editoriale della Fiera di Londra 2019, venduto in trentadue paesi prima dell’uscita, arriva nelle librerie italiane Nel segno dell’anguilla, il romanzo dell’esordiente svedese Patrik Svensson, pubblicato da Guanda nella traduzione di Monica Corbetta.

E’ una storia di formazione, un’ode al più misterioso dei pesci, l’anguilla, una creatura che rischia l’estinzione e il cui luogo di riproduzione nel Mar dei Sargassi è oggi minacciato dal cambiamento climatico. In perfetto equilibrio tra memoir e racconto scientifico, “Nel segno dell’anguilla” parla di noi, del nostro destino e di come affrontare il tema piu’ grande, quello della morte.

Giovani fra sconquassi climatici e degrado esistenziale
Patrik Svensson

Cresciuto in una piccola città del sud della Svezia, non lontano da quella che viene comunemente chiamata la costa delle anguille, Svensson é nato nel 1972 e vive a Malmo con la famiglia. Un padre e un figlio imparano a conoscersi nei silenzi dei giorni in cui al chiaro di luna vanno a caccia di anguille e si sentono travolti dal fascino di questo animale. Studiata da scienziati, filosofi, artisti, pensatori, da Aristotele a Freud, l’anguilla, la cui storia biologica é uno degli enigmi più longevi delle scienze naturali diventa nel libro, di 280 pagine, simbolo del grande mistero dell’esistenza e anche dell’emergenza ambientale.

Adolescenti in provincia

Con E i figli dopo di loro (Marsilio) lo scrittore Premio Goncourt 2018 Nicolas Mathieu descrive la disperazione e l’alienazione sociale e umana della sperduta provincia francese attraverso l’adolescenza a tratti violenta e degradata di tre adolescenti Anthony, Hacine e Stéphanie. Sullo sfondo del fallimentare contesto familiare ed  economico  di una provincia in rovina, raccontata tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio dei Novanta.

Un luogo immobile incapace di proporre un cambiamento ed in cui ci si anestetizza. Una cronaca senza sconti della disintegrazione della società.

Una storia cruda ma appassionante vista con gli occhi dell’adolescenza con tutte le difficoltà, i sogni, le speranze e le esperienze di tre giovani ragazzi.

Giovani fra sconquassi climatici e degrado esistenziale
Nicolas Mathieu

Fonte: Ansa

Facebook Comments
Condividi