Papa Francesco ricoverato fra i ricoverati del Gemelli

0
861
Papa Francesco ricoverato fra i ricoverati del Gemelli
Condividi

Papa Francesco paziente fra i pazienti. Il Santo Padre in sala operatoria e il Vaticano al Gemelli del pontificato di Wojtyla, che tra l’attentato e i successivi interventi fu ricoverato 11 volte, riecheggiano nelle cronache del blitz dell’intervento chirurgico di Bergoglio.Papa Francesco ricoverato fra i ricoverati del Gemelli

Ma a differenza della mobilitazione vaticana e della partecipazione popolare per Giovanni Paolo II, la presenza al Gemelli di Papa Francesco sarebbe passata quasi inosservata se a rivelarla non fosse stato un comunicato della sala stampa vaticana, visto che il Pontefice come tutte le domeniche aveva normalmente recitato l’Angelus e impartito la benedizione apostolica dal balcone dell’appartamento papale a Piazza San Pietro.

A differenza della ieraticità che traspariva dai bollettini medici riguardanti Karol Wojtyla, per Papa Francesco è stato illustrato con termini usuali esattamente il tipo di intervento e le modalità con le quali è stato effettuato.Papa Francesco ricoverato fra i ricoverati del Gemelli

Constatazione che riporta alla memoria due saggi storico scientifici che tratteggiano il rapporto che nel corso della storia si è sviluppato fra la persona fisica dei Pontefici e le infermità che hanno affrontato. Fondamentale è in proposito il libro “Il corpo del Papa” di Agostino Paravicini Bagliani, edito intorno al 1990 da Einaudi nel quale si evidenzia come oltre alla «corporeità fisica » esiste una «corporeità compresa nella sua più ampia accezione metaforica connessa alla natura della funzione» di Vicario di Cristo.Papa Francesco ricoverato fra i ricoverati del Gemelli

“Il corpo del Papa” è il punto di partenza dell’ampio volume “La medicina dei papi” di Giorgio Cosmacini, edito da Laterza, che si sofferma sulle condizioni di salute dei Vescovi di Roma e sulle cause della loro morte.

Di Alessandro VI, Papa Borgia, si rende noto per esempio di come fra gli altri malanni fosse stato colpito da infezione sifilitica. Di Pio III, Papa per poche settimane, si ricorda che nel 1503, fu il primo a sottoporsi ad un intervento chirurgico per l’asportazione di una tumefazione alla gamba destra. E ancora che Sisto V morì di malaria, mentre il grassissimo Innocenzo XIII, deceduto nel 1724, viene considerato uno Papi più sofferenti dell’era moderna ed il suo caso ha avviato gli interrogativi sul tema della rinuncia al pontificato in caso di infermità del successore di Pietro.Papa Francesco ricoverato fra i ricoverati del Gemelli

Interrogativi riproposti durante il drammatico epilogo del papato di Giovanni Paolo II e anche in relazione alla rinuncia per motivi di salute nel 2013 di Joseph Ratzinger, Papa Benedetto XVI.

Ma il terzo Vaticano, come è stato definito il Gemelli di Roma è assurto a questo ruolo probabilmente perché dopo essere stato ferito gravemente in Piazza San Pietro durante l’attentato del 13  maggio del 1981, Karol Wojtyla venne trasportato a perdifiato in ambulanza al Policlinico Universitario Agostino Gemelli che è il più grande ospedale di Roma e centro di ricerca,  dove un’equipe di chirurghi altamente specilizzati riuscirono a strapparlo alla morte.

In precedenza infatti Paolo VI, per sottoporsi ad un’operazione alla prostata, il 4 novembre del 1967, fece allestire una sala operatoria in Vaticano.

Specchio del suo stesso esempio di riformatore della Chiesa, Jeorge Mario Bergoglio si è invece presentato alla portineria del Gemelli a bordo di una utilitaria ed ha chiesto da che parte fosse la stanza al 10 piano dove era previsto il ricovero. Un paziente fra i pazienti. È la normalità la vera rivoluzione, sembra voler silenziosamente sottolineare Papa Francesco.Papa Francesco ricoverato fra i ricoverati del Gemelli

Facebook Comments
Condividi