Trump nel labirinto delle accuse da impeachment

570
Trump nel labirinto delle accuse da impeachment
Condividi

 

Per una panoramica completa del ciclone di accuse politiche e attinenti alla sicurezza nazionale che sta investendo il Presidente Donald Trump pubblichiamo una sintesi dei commenti dei principali quotidiani di Washington e Londra. In particolare la dettagliata analisi dell’inglese The Guardian

Trump nel labirinto delle accuse da impeachment

Risultato immagini per trump e washington post

Un  funzionario dell’intelligence  in servizio alla Casa Bianca ha messo in moto quasi da solo l’impeachment del Presidente degli Stati Uniti.

In qualche modo, il funzionario è riuscito a superare ciò che l’ex consigliere speciale Robert Mueller ha realizzato in due anni di indagine sul presidente Trump: produrre un fascicolo talmente preoccupante e concreto che ha messo in moto quasi da solo gli ingranaggi dell’impeachment.

Trump nel labirinto delle accuse da impeachment

Il caso si è trasformato nel più grande pericolo politico per la presidenza di Trump, ed ha coalizzato tutti i democratici per avviare una procedura di impeachment.Trump nel labirinto delle accuse da impeachmentLa Casa Bianca ha tentato di “bloccare” una registrazione della chiamata del presidente Trump con il leader dell’Ucraina nel tentativo di nascondere le pressioni del Presidente per costringere un’indagine su un rivale democratico. Il funzionario dell’intelligence autore della denuncia – un ufficiale della CIA in servizio alla Casa Bianca – ha affermato che i funzionari della Casa Bianca hanno trasferito una trascrizione della chiamata del 25 luglio con il leader ucraino, Volodymyr Zelensky , su un sistema sicuro e riservato per nascondere la telefonata di Trump che gli stessi esponenti  della sua amministrazione hanno trovato “profondamente inquietante tanto che i funzionari del governo, compresi alcuni alla Casa Bianca, credevano che Trump avesse abusato del suo potere per guadagno politico personale  facendo pressioni su Zelensky per indagare sull’ex vicepresidente Joseph R. Biden Jr. e suo figlio minore, Hunter.

 

Trump nel labirinto delle accuse da impeachment

Donald Trump sta affrontando un’indagine di impeachment e sembra nei guai. Perché?

I democratici alla Camera dei Rappresentanti stanno avanzando con un’indagine di impeachment per scoprire se il presidente degli Stati Uniti debba essere effettivamente processato dal Congresso degli Stati Uniti e, se condannato, rimosso dall’incarico.

L’accusa chiave è che Trump ha fatto pressioni su un governo straniero per sporcare uno dei principali candidati democratici per sfidarlo alle elezioni presidenziali del prossimo anno, l’ex vicepresidente Joe Biden .

Secondo la legge elettorale degli Stati Uniti, è illegale cercare l’aiuto di entità straniere per ottenere un guadagno politico personale. Gli sforzi di Trump per sollecitare informazioni su Biden sembrano rientrare esattamente in quella categoria, e sebbene i presidenti di seduta non possano essere accusati di un reato, possono essere accusati dal Congresso.

Precedenti ?

Si . Tra maggio 2017 e marzo 2019 Trump si è intrecciato all’inchiesta del consigliere speciale Robert Mueller sul fatto se la sua campagna presidenziale del 2016 abbia cospirato per ricevere aiuto dalla Russia e se Trump abbia ostacolato la giustizia durante quell’indagine. Paradossalmente il  25 luglio, il giorno dopo la testimonianza di  Mueller al Congresso , Trump era al telefono con il presidente ucraino , chiedendo “un favore”.

Cos’era questo ” favore “?

Negli ultimi due giorni sono state rilasciate prove documentali cruciali relative a una denuncia sollevata da un informatore. I documenti includono una trascrizione curata fornita dalla Casa Bianca di quella conversazione telefonica chiave il 25 luglio, tra Trump e il presidente ucraino recentemente eletto, l’ex comico Volodymyr Zelenskiy .

“Vorrei che ci facessi un favore”, dice Trump a Zelenskiy, invocando una teoria della cospirazione pertinente alle origini dell’indagine Mueller e più tardi nella chiamata che fa riferimento a Biden. “Si parla molto del figlio di Biden”, ha detto Trump. “Molte persone vogliono scoprirlo.”

Nella telefonata Trump incoraggiò Zelenskiy a collaborare direttamente con il suo avvocato personale, l’ex sindaco di New York Rudy Giuliani , e il procuratore generale degli Stati Uniti, William Barr , nelle indagini sulle attività di Biden.

Cos’altro ha detto il funzionario dell’Intelligence?

Il funzionario dell’intelligence sostiene che il comportamento di Trump, comporta  “rischi per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti”. Fornisce inoltre dettagli sui passi compiuti all’interno della Casa Bianca per coprire i dettagli della telefonata del 25 luglio.

Qual era “il fango” su Biden e suo figlio che Trump stava cercando?

Il secondo figlio di Joe Biden, Hunter Biden, ha assunto una posizione retribuita nel consiglio di amministrazione di una grande società ucraina di gas, Burisma, nell’aprile 2014. Questo è stato due mesi dopo che il governo appoggiato dalla Russia in Ucraina è stato rovesciato dopo le proteste di massa e un nuovo governo installato.

Joe Biden si mise in contatto tra la Casa Bianca di Obama e il nascente regime ucraino. Nel marzo 2016 ha detto al nuovo governo di Kiev che gli Stati Uniti avrebbero trattenuto $ 1 miliardo in garanzie di prestito a meno che non fosse stata sradicata la corruzione, incluso il licenziamento del principale procuratore del paese, Viktor Shokin, che era ampiamente considerato “morbido”.

Trump e i suoi consiglieri chiave hanno preso questi fatti e corrono con loro. Secondo la loro narrazione, Biden ha fatto pressioni corrotte sull’Ucraina per licenziare Shokin perché il procuratore aveva indagato sul ruolo di Burisma e Hunter Biden all’interno dell’azienda.

Quanto è grave l’ultimo scandalo di Trump?

L’impeachment è un processo interamente politico, al contrario di un procedimento penale. Quindi la situazione di Trump è seria tanto quanto il Congresso la interpreta.

A prima vista, le cose sembrano andare male per lui. Fino ad ora la leadership democratica al Congresso, guidata da Nancy Pelosi, il massimo democratico alla Camera, è stata cauta nel percorrere la strada dell’impeachment per paura di dividere il partito e alienare gli elettori.

Ma con l’Ucraina si sono aperte le porte e la maggioranza dei democratici di casa ora è favorevole almeno all’esplorazione dell’impeachment come opzione. Anche Pelosi è di questa idea. Il direttore dell’intelligence nazionale, Joseph Maguire, ha riferito a un’audizione del comitato dell’intelligence della Camera giovedì che l’informatore aveva “fatto la cosa giusta” e che la situazione era “senza precedenti”.

Ciò rende del tutto possibile che Trump posa  essere indagato dalla Camera e quindi imputato, con accuse formali da impeachment. Ne conseguirebbe un processo al Senato degli Stati Uniti, dove due terzi potrebbero condannare Trump per essere estromesso dalla Casa Bianca.

Il Senato degli Stati Uniti è attualmente controllato dal partito repubblicano da 53 senatori a 47 democratici e indipendenti. Per estromettere Trump venti repubblicani dovrebbero votare contro il proprio residente, e sebbene alcuni senatori, in particolare l’ex candidato presidenziale repubblicano Mitt Romney, abbiano definito le sue azioni “profondamente preoccupanti”,  siamo ancora lontani da questa ipotesi.

Trump nel labirinto delle accuse da impeachment
Il Presidente Ucraino Volodymyr Zelenskiy e il Presidente Trump
Facebook Comments
Condividi