Walter Tobagi e la memoria viva del suo grande esempio

0
922
Walter Tobagi e la memoria viva del suo grande esempio
Condividi

 

Ora, che Walter Tobagi sta nuovamente lasciando la prima pagina del suo Corriere della Sera per rientrare nella storia degli anni più tragici dell’Italia.

Walter Tobagi e la memoria viva del suo grande esempio
Walter Tobagi con i figli Benedetta e Luca

Ora, che hanno parlato tutti e il dolore ha nuovamente sommerso i ricordi.

Ora, che il giorno sta finendo e alle lacrime subentra l’indimenticabile sgomento di quel martedì 28 maggio 1980. Walter Tobagi e la memoria viva del suo grande esempio

Ora, che l’esempio della forza dirompente degli articoli di denuncia e di analisi del Giornalista colpito a morte alle spalle dai terroristi rossi, si appresta a sopravvivere nella memoria dei familiari e di ciascuno di noi, colleghi, esponenti delle istituzioni, cittadini.

Ora, è davvero il momento di dare un senso propulsivo, culturale e pedagogico, ad un anniversario altrimenti soltanto commemorativo.

“La memoria viva deve nascere in ognuno di noi” afferma sul Corriere della Sera il figlio, Luca Tobagi.

“Per il suo giornale Walter Tobagi è più di un simbolo: è l’esempio di un giornalismo libero, che non si piega davanti alla minaccia, che non rinuncia allo spirito critico nel raccontare la realtà, che vive  nel pluralismo” sottolinea significativamente, in un commosso ricordo sul Corriere della Sera, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.Walter Tobagi e la memoria viva del suo grande esempio

Per Luca Tobagi “ l’onestà intellettuale e la capacità di impegnarsi senza schierarsi, senza adesioni ideologiche, è una delle lezioni più importanti che mi ha lasciato mio padre con il suo esempio e per la quale ancora oggi lo ammiro di più. Luca Tobagi ammonisce anche come “ il degrado dell’attuale dibattito pubblico ricorda il << disprezzo dei valori umani>> denunciato da mio padre molti anni fa”

Walter Tobagi e la memoria viva del suo grande esempio“Quaranta anni dopo, mentre il brigatismo è materia da storici, i temi che attanagliavano il trentatreenne mite, ma appassionato che era Walter Tobagi come giornalista, studioso e sindacalista, sono ferocemente attuali” evidenzia  su Repubblica la figlia Benedetta Tobagi, riferendosi alle trame sul controllo dei gruppi editoriali, di allora e di ora.

“Il desiderio di scavare nella realtà per portare alla luce elementi nascosti, oltre a essere buon giornalismo, aiuta anche a trovare semi di speranza. Di questo abbiamo bisogno” conclude il Capo dello Stato.

Walter Tobagi e la memoria viva del suo grande esempio
Mostra su Walter Tobagi organizzata a Spoleto nel 1915

Notizie, inchieste e semi di speranza, la stessa trincea sulla quale come Walter Tobagi sono stati assassinati dalle mafie e dai terroristi tanti altri altri giornalisti: Cosimo Cristina, Mauro De Mauro, Giovanni Spampinato, Carlo Casalegno, Peppino Impastato, Mario Francese, Pippo Fava, Giancarlo Siani, Mauro Rostagno, Beppe Alfano.

Walter Tobagi e la memoria viva del suo grande esempio
Cristina,De Mauro,Spampinato,Francese, Impastato,Siani, Alfano, Rostagno,Fava

“Non esiste delitto, inganno, trucco, imbroglio e vizio che non vivano della loro segretezza. Portate alla luce del giorno questi segreti, descriveteli, rendeteli ridicoli agli occhi di tutti e prima o poi la pubblica opinione li getterà via. La sola divulgazione di per sé non è forse sufficiente, ma è l’unico mezzo senza il quale falliscono tutti gli altri” sosteneva più di un secolo addietro negli Stati Uniti Joseph Pulitzer, giornalista ed editore, fondatore del prestigioso Premio Pulitzer.

Walter Tobagi e la memoria viva del suo grande esempio

Facebook Comments
Condividi