Gaetano Savatteri e il lusso della giovinezza

0
1181
Gaetano Savatteri e il lusso della giovinezza
Condividi

PAGINE

Rubrica di critica recensioni anticipazioniMatteo Collura e i baci d’amore e di denuncia alla Sicilia

by Antonino Cangemi

Ci salveranno le nuove generazioni? E i vecchi sono tutti da rottamare? Possono, e come, sopravvivere in un mondo in rapido cambiamento? E in Sicilia, la terra del Gattopardo, qualcosa potrà cambiare davvero, o sta già cambiando?

Questi e altri interrogativi pone l’ultimo romanzo di Gaetano Savatteri, “Il lusso della giovinezza” edito da Sellerio.Gaetano Savatteri e il lusso della giovinezza

Ancora una volta un giallo che vede protagonisti il giornalista-scrittore Saverio Lamanna e il suo scudiero Peppe Piccionello, coppia singolarissima di detective per caso.

Giallo sì, ma alla maniera di Savatteri, che utilizza questo genere per sprigionare la sua smania dissacratoria e indagare la realtà sociale con la bussola del dubbio e l’occhio rivolto alla sua Sicilia.

Leggendolo, quest’ulteriore episodio delle “indagini” di Saverio Lamanna, si ha la sensazione che l’autore, oltre a divertire i lettori con le continue frizzanti battute del duo Lamanna-Piccionello, si diverta lui stesso e che quasi, giocando tra finzione e realtà, provi il gusto di prendere in giro perfino se stesso. Già, perché si è convinti che dietro Saverio Lamanna – il cui profilo psicologico si delinea sempre meglio da romanzo a romanzo – ci stia tanto di Savatteri: quel giornalista-scrittore dall’aria scanzonata e un pò scioperata che usa lo schermo dell’ironia, dalle freddure a ripetizione come colpi di mitragliatrice, innamoratissimo della sua bella e sensuale compagna Suleima, colto più di quanto non voglia apparire, legato alla Sicilia più di quanto non voglia dire, incline alla malinconia più di quanto possa immaginarsi, si ha l’impressione che in buona parte sia l’alter ego dell’autore.

L’editore ha raccomandato all’autore Lamanna-Savatteri di piazzare il morto sin dalle prime pagine, come si conviene in un giallo che si rispetti. E Lamanna-Savattieri l’accontentano: il morto compare subito.

E’ un milionario americano con tante esperienze sulle spalle che ha deciso di investire in Sicilia, nelle Madonie, puntando sull’entusiasmo dei ragazzi che credono nel suo progetto e sulle possibilità di riscatto della Sicilia.

Gaetano Savatteri e il lusso della giovinezza
Gaetano Savatteri. La foto di copertina è stata realizzata da Massimo Minglino

Tra i ragazzi al seguito di Steve, così si chiamava il milionario deceduto in circostanze misteriose, Suleima ed Elma, la nipote di Piccionello che ha lasciato Milano e una promettente prospettiva di carriera in uno studio di architetti per inseguire il sogno siciliano. Man mano i due dilettanti dell’investigazione si addentrano nei fatti, si svelano intrecci e cattivi costumi di una Sicilia dura a scomparire.

Ma la parte investigativa, come anche negli altri romanzi e racconti di Lamanna-Savatteri, non costituisce il fulcro della narrazione, che si snoda come sempre attraverso rapidi e fitti dialoghi puntellati da gags talvolta esilaranti che in qualche modo ricordano le numerose istantanee battute dei film di Wood Allen. Al centro del romanzo vi è il conflitto tra le vecchie e le nuove generazioni e, ancor più, tra le istanze innovative – alle quali soprattutto i giovani credono – e la rassegnazione alla stagnazione in una terra, come la Sicilia, attraversata da antichi mali.

Gaetano Savatteri e il lusso della giovinezza
Castelbuono

Da notare la comparsa a Castelbuono – dove “Il lusso della giovinezza” è ambientato, quasi a volere rappresentare la varietà del paesaggio siciliano – del padre di Lamanna, che con una nuova compagna si concede una vacanza in montagna. Il suo tentativo di “rifarsi” una vita, nel contorno di tanti personaggi col “lusso della giovinezza”, ha profili patetici e spiazza Lamanna, ma è anche un segnale: la volontà di cambiamento può prescindere dai dati anagrafici.

Se da un canto Lamanna, abitudinario e troppo legato ai cliché tradizionali, appare scettico e disorientato, tanti giovani coinvolti nel progetto del milionario americano decidono di rimanere nelle Madonie per continuare a realizzarlo. Ed è questo il messaggio “forte” che offre un romanzo “leggero” – per godibilità di scrittura e di lettura – come “Il lusso della giovinezza”.Gaetano Savatteri e il lusso della giovinezza

 

 

                                

Facebook Comments
Condividi