HomeMafia SecretsMafia sbranata al Colosseo e ricacciata in Sicilia

Mafia sbranata al Colosseo e ricacciata in Sicilia

A Roma la mafia non esiste…

Mafia sbranata al Colosseo e ricacciata in Sicilia

Titoli a valanga sull’ addio alla mafia. Tifo da derby. Riedizione aggiornata dello spirito gladiatorio. Mafia et circenses, l’associazione criminale di stampo mafioso trasformata in spettacolo ed alibi per polemiche e veleni.

Come in preda ad una perenne sindrome del Colosseo, Roma ha sottolineato con un pollice verso collettivo la fine della prima puntata del maxi processo all’ennesima banda trasversale di criminali & politici.

Un pollice verso rivolto, e spesso urlato, però non contro gli imputati riconosciuti colpevoli e con pesanti condanne, equiparabili a quelle inflitte ai mafiosi, ma all’indirizzo dei magistrati e degli investigatori che hanno ricostruito, provato e denunciato  violenze, sopraffazioni, estorsioni, corruzioni, complicità traffici e intrallazzi  di un’associazione per delinquere minacciosa, pericolosa e pervasiva come, quanto e peggio di una cosca mafiosa.

Mafia sbranata al Colosseo e ricacciata in Sicilia
I pubblici Ministeri del processo mafia capitale Giuseppe Cascini, Paolo Ielo e Luca Tescaroli

Una mafia che c’è, si vede, si subisce, ma ci si ostina a negare oltre l’evidenza. E non solo per ovvie ragioni processuali e di aggravamento delle conseguenze giudiziarie.  Ma anche per una sorta di malinteso, inconfessabile,  orgoglio capitale. Di alibi auto assolutorio, di autocommiserazione da mal comune mezzo gaudio. Mafia? ma de ché, ma de che stamo a parlà….

Come se la mafia fosse una etichetta criminale doc, a denominazione ed origine delimitata alla Sicilia ed i metodi mafiosi, omicidi compresi, non fossero stati mai praticati nella città eterna….

Paolo Ielo e dei sostituti
Massimo Carminati condannato a 20 anni e Salvatore Buzzi condannato a 19 anni

Sic transit gloria mundi… direbbero gli storici. I quali consiglierebbero ai posteri anche di attendere, oltre alle motivazioni della sentenza sul primo processo riguardante mafia Capitale, anche l’esito del processo d’appello e soprattutto la pronuncia finale della Cassazione.

Facebook Comments
Gianfranco D'Anna
Gianfranco D'Anna
Fondatore e Direttore di zerozeronews.it Editorialista di Italpress. Già Condirettore dei Giornali Radio Rai, Capo Redattore Esteri e inviato di guerra al Tg2, inviato antimafia per Tg1 e Rai Palermo al maxiprocesso a cosa nostra. Ha fatto parte delle redazioni di “Viaggio attorno all’uomo” di Sergio Zavoli ed “Il Fatto” di Enzo Biagi. Vincitore nel 2007 del Premio Saint Vincent di giornalismo per il programma “Pianeta Dimenticato” di Radio1.
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3493 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3493 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
38 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
16 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
16 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
15 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
14 POSTS0 COMMENTS
Antonio Borgia
5 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
3 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS