Pink revolution della democrazia la svolta di Torino e Roma

0
Condividi

     La svolta globale della Pink revolutionPink revolution della democrazia moderna la svolta di Torino e Roma

C’è una inedita e spontanea pink revolution, con enormi potenzialità di mobilitazione e di coinvolgimento ideale, che avanza e guadagna presenze e consensi.

Una rivoluzione rosa che nella sostanziale indifferenza,  per non definirla sottovalutazione, di editorialisti e commentatori, ha già offerto due concreti esempi della capacità di catalizzare l’opinione pubblica e mobilitare la società civile.

Promosse attraverso il web da gruppi di donne senza esperienze politiche, le imponenti manifestazioni svoltesi a Torino, per esprimere il sostegno all’alta velocità, e a Roma per protestare contro il gravissimo degrado della Capitale, dimostrano che lo tsunami del populismo e del qualunquismo che sta stravolgendo la politica e, purtroppo, anche le istituzioni del Paese, non ha intaccato la capacità di analisi obiettiva e laica, e soprattutto la resistenza dei cittadini.

Pink revolution della democrazia moderna la svolta di Torino e Roma

In prospettiva la scossa della pink revolution, che non è circoscritta soltanto all’Italia, ma è globale come hanno evidenzialo la protesta dei gilet gialli in Francia e le elezioni di Midterm  negli Usa, ha già bypassato la vecchia concezione della politica fondata su analisi socio economiche, interessi e aggregazioni ed è proiettata verso una innovativa concezione della democrazia.

Una democrazia in equilibrio fra sviluppo economico, giustizia, qualità della vita, efficienza dei servizi, rispetto dell’ambiente.Pink revolution della democrazia moderna la svolta di Torino e Roma

La democrazia evolve: il concetto di libertà di oggi  è  più avanzato di quello di ieri e probabilmente non coinciderà col concetto di libertà di domani.

Una svolta ?  Certo, ma che parte da lontano. Dal recupero di un semplice concetto espresso un secolo e mezzo  addietro da Alexis de Tocqueville, uno dei massimi teorici del liberalismo: la democrazia è il potere di un popolo informato.

Un popolo cosciente e consapevole.Pink revolution della democrazia moderna la svolta di Torino e Roma

 

Condividi