Quell’immortale faccia sorridente di Jean Paul Belmondo

0
747
Quell'immortale faccia sorridente di Jean Paul Belmondo
Condividi

Jean Paul  Belmondo, che a 88 anni ha aperto inaspettatamente la porta della vita e se ne é andato per sempre, recitava con lo sguardo e l’espressione multiforme della faccia. Era l’immagine stessa dell’ironia, quell’ironia che secondo Soren Kierkegaard, il filosofo dell’esistenzialismo, “ é l’occhio sicuro che sa cogliere lo storto, l’assurdo, il vano dell’esistenza”. Quell'immortale faccia sorridente di Jean Paul Belmondo

Amato dal pubblico per la sua ineffabilità scanzonata e molto apprezzato dai maestri del cinema francese Jean Pierre Melville, Alain Resnais, Claude Lelouch, Francois Truffaut, Jean-Luc Godard, il popolarissimo e invidiatissimo Bebel, play boy con un palmarès di dive mozzafiato, era un attore al livello di Jean Gabin e Yves Montand, tanto da sovrastare anche il bel Alain Delon.

L’elencazione dei molti premi e dei tantissimi successi di Jean Paul Belmondo avrebbe intristito anche lui che considerava essenziale il futuro molto più del passato, fino a farlo sbottare con la frase che ora davvero lo rappresenta: “ricordatemi per la mia risata e la mia vitalità”…

 Si, davvero una immortale scanzonata faccia da schiaffi dal sorriso suadente quella che Belmondo ha consegnato alla leggenda e alla storia del cinema.Jean-Paul Belmondo, gli amori di un mascalzone dalle labbra bellissime | Roba da Donne

Facebook Comments
Condividi