HomeSelfieFiamme e fumo Roma arde ma é solo colpa di Nerone

Fiamme e fumo Roma arde ma é solo colpa di Nerone

by Adriana Piancastelli

Fine giugno Roma Nord ( nord, solo per comodità topografica). Quasi quaranta gradi all’ombra, temperatura percepita circa 45, con la sensazione di essere nel vortice di un gigantesco phon acceso. I piedi affondano nella gelatina nera dell’asfalto. Uno strano cielo grigio e giallo è incollato sui capelli.

Affido la sopravvivenza per lo spostamento verso il centro a un tassista sudato come un pinguino alle Maldive.

“Buongiorno signò ha visto che oggi se sò dati foco pure i cinghiali sull’Aurelia pe’sto caldo?”

”Buongiorno, vorrei andare verso piazza di Spagna” “….see…se prima nun famo la fine de Giordano Bruno”

E la giornata più calda dell’inizio dell’estate romana è partita così.Fiamme e fumo Roma arde ma é solo colpa di Nerone

A piazza di Spagna arriviamo con il solito traffico moltiplicato da ambulanze e giganteschi camion dei Vigili del Fuoco: il cielo non è solo grigio, è pieno di fumo acre e di odori nauseabondi di sterpaglie bruciate e rifiuti in decomposizione.

Non è un girone dantesco, è un’altra istantanea di Roma: non é un paese per giovani né per bambini, non é un posto per vecchi né per disabili, non é una città di progetti né di sogni.

E’ un’area stanca , polverosa e decadente. Trabocca immondizia e uccelli di tutti i tipi alla ricerca di cibo con la leadership di gabbiani incattiviti che bucano al volo piccioni e topi per nutrirsi.

Pare che il fuoco sia nato da un camper in zona Monachina-Aurelia. Forse vicino a un campo rom. Pare che poi, come in un campo minato, il gpl abbia innescato altri focolai che il vento caldissimo e tutte le sterpaglie secche che invadono marciapiedi, tombini, aiuole spelacchiate e persino le buche a migliaia nelle strade e il fuoco si sia moltiplicato.

Pare che bambini e adulti intossicati stiano correndo verso il Gemelli.

Quello che non pare e che invece é evidente, duro sul viso come uno schiaffo, é che la Capitale é in agonia.

Un lento continuo declino lungo più di trenta anni in cui i nomi dei sindaci e degli amministratori si rincorrono come cognomi di alunni in una classe vuota.

Nessuno risponde “presente”.

Monumenti e Chiese sono cartoline antiche per turisti di bocca buona, talmente votati al risparmio da utilizzare persino bottiglie di acque minerali conosciute solo nei Paesi di provenienza.Fiamme e fumo Roma arde ma é solo colpa di Nerone

L’ascensore verso il delirio é la metropolitana. La linea A interrotta perché alcune stazioni sono invase dal fumo. Ma le scale mobili sono ferme o in manutenzione da anni e i vagoni sono stipati da gente sudata e stravolta senza mascherina nonostante gli obblighi strombazzati. Tanto gli unici a salire in corsa sono i soliti borseggiatori e gli zingari non più vestiti da nomadi, ma mimetizzati da Levi’s e Nike urban style.

A Roma funziona tutto molto poco, quasi niente.

Ma tutti i bollettini per pagare tributi comunali, provinciali e regionali sono puntualissimi, con numeri in aumento. I mezzi pubblici potrebbero trarne grande ispirazione.

Un venditore di castagne ( ovviamente del Bangladesh) offre caldarroste con quaranta gradi all’ombra sfidando non solo quel che resta dell’ironia romana ma anche inviti a proporre la vendita del prodotto in India (“….vai vai che là almeno piove).Fiamme e fumo Roma arde ma é solo colpa di Nerone

Non c’é ricetta magica per Roma. Ci sarebbero sedie e uffici freschi da abbandonare e andare in giro seriamente da privati cittadini, sugli autobus, negli uffici pubblici, negli ospedali, tra le file negli Uffici postali o negli ambulatori delle ASL e poi rimboccarsi le maniche tutti i giorni chiedendo scusa agli avi che da un borgo crearono un impero.

Non a caso in mezzo al fumo e forse per il caldo mi è apparsa come un miraggio una figura fluttuante con una toga e una lira in mano….” Sì si sò stato io e stavolta manca poco ce pijavo a daje foco a ‘sta città de rovine….”

Ecco, lo sentivo, quale camper, quali sterpaglie…. è solo colpa di Nerone.Fiamme e fumo Roma arde ma é solo colpa di Nerone

Facebook Comments
Gianfranco D'Anna
Gianfranco D'Anna
Fondatore e Direttore di zerozeronews.it Editorialista di Italpress. Già Condirettore dei Giornali Radio Rai, Capo Redattore Esteri e inviato di guerra al Tg2, inviato antimafia per Tg1 e Rai Palermo al maxiprocesso a cosa nostra. Ha fatto parte delle redazioni di “Viaggio attorno all’uomo” di Sergio Zavoli ed “Il Fatto” di Enzo Biagi. Vincitore nel 2007 del Premio Saint Vincent di giornalismo per il programma “Pianeta Dimenticato” di Radio1.
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3431 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3431 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
22 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
14 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
14 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
9 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
3 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
1 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS